Portale Trasparenza ASL 1 Abruzzo - CURE DOMICILIARI PRESTAZIONALI

Il portale della Trasparenza conforme al D.Lgs. 33/2013 - "Amministrazione Trasparente"

Tipologie di procedimento

CURE DOMICILIARI PRESTAZIONALI
Responsabile di procedimento: TACCONELLA DONATO
Descrizione

Le Cure Domiciliari Prestazionali - Delibera di Giunta Regionale n. 224 del 13/03/2007 Appendice E  “Sistema Cure Domiciliari - Linee Guida” (successivamente aggiornato dalla Regione Abruzzo il 24/04/2015 prot. n° 481) e Piano Sanitario Regionale L.R. n° 5/2008 paragrafo 5.2.7.1 - rappresentano una forma semplice di assistenza domiciliare, che può essere occasionale o programmata a cicli, per assistere a domicilio i pazienti non deambulanti (cioè quelli che non possono raggiungere gli ambulatori con i comuni mezzi di trasporto) per l'esecuzione di prelievi ematici, sostituzioni dei cateteri vescicali, medicazioni semplici, fisioterapia di mantenimento in soggetti che presentano una sindrome da ipomobilizzazione, visite specialistiche, ecc.
La segnalazione del paziente che necessita di Cure Domiciliari Prestazionali è effettuata, su apposito modulo, dal medico curante e deve essere portata alla sede erogativa delle cure domiciliari, territorialmente competente a seconda del domicilio dello stesso. Nel caso di richieste a domicilio di prelievi ematici e di visite specialistiche il medico deve compilare anche l’Impegnativa del Servizio Sanitario Nazionale, con la dicitura/timbro “Paziente assistito in Cure Domiciliari non deambulante e non trasportabile con i comuni mezzi di trasporto”. L’attivazione delle procedure per iniziare queste cure domiciliari “semplici” avverrà entro 48 ore dalla segnalazione escludendo i giorni festivi.
Le prestazioni sanitarie vengono garantite dal personale sanitario (infermieri e fisioterapisti) di una Cooperativa convenzionata con la A.S.L. Questa forma di assistenza sanitaria domiciliare può coesistere con l'A.D.P. Il responsabile clinico del paziente assistito dalle Cure Domiciliari Prestazionali è il suo medico. Condizione indispensabile per poter assistere il paziente presso il proprio domicilio è la presenza collaborativa della sua famiglia, che deve estrinsecarsi con almeno un care-giver. In caso contrario occorre modificare il setting assistenziale per poter assistere adeguatamente il paziente, inserendolo, per esempio, in una Residenza Sanitaria Assistenziale (R.S.A.).
Gli operatori sanitari che si recheranno presso il domicilio del paziente dovranno effettuare la compilazione del Diario Integrato oppure di altro modulo atto a documentare l'avvenuto accesso domiciliare.

Chi contattare
Conclusione tramite silenzio assenso: no
Conclusione tramite dichiarazione dell'interessato: no
Costi per l'utenza

Le prestazioni sanitarie inerenti le Cure Domiciliari Prestazionali seguono le normali procedure di compartecipazione alle spese.

In caso di richiesta di un certificato attestante lo stato di assistito dalle Cure Domiciliari occorrerà versare € 1,00 (uno) alla cassa ticket; mentre se viene richiesta la copia autentica della Cartella Domiciliare Integrata occorrerà versare alla cassa ticket € 10,00 (dieci) - come da Deliberazione del D.G. n. 1692 del 13/10/2011, che ha parzialmente modificato la precedente Deliberazione del D.G. n. 1008 del 30/06/2010.

Modulistica per il procedimento
Servizio online
Tempi previsti per attivazione servizio online: non previsto
Contenuto inserito il 10-09-2014 aggiornato al 24-02-2016
Facebook Twitter Google Plus Linkedin
- Inizio della pagina -
Recapiti e contatti
Via Saragat, località Campo di Pile - - 67100 L'Aquila (AQ)
PEC protocollogenerale@pec.asl1abruzzo.it
Centralino 08623681
P. IVA 01792410662
Linee guida di design per i servizi web della PA
Il progetto Portale della trasparenza è sviluppato con ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it