Portale Trasparenza ASL 1 Abruzzo - PROCEDURE ATTIVITÀ SERVIZIO FORMAZIONE E SVILUPPO PROFESSIONALE

Il portale della Trasparenza conforme al D.Lgs. 33/2013 - "Amministrazione Trasparente"

Tipologie di procedimento

PROCEDURE ATTIVITÀ SERVIZIO FORMAZIONE E SVILUPPO PROFESSIONALE

Responsabile di procedimento: DI NARDO ERMINIA
Responsabile di provvedimento: Santini Maria Simonetta

Descrizione

La funzione della formazione si articola sui seguenti livelli:

 

A LIVELLO CENTRALE IN STAFF ALLA DIREZIONE GENERALE con uno specifico Ufficio preposto a:

  • elaborare programmi annuali e/o pluriennali di formazione e aggiornamento interno ed esterno, coerenti con gli obiettivi aziendali, indirizzi nazionali, regionali e le risorse economiche finalizzate alla formazione
  • predisporre il Piano annuale (o poliennale) della attività in base ai bisogni formativi raccolti da sottoporre alla Direzione Generale
  • predisporre atto deliberativo, divulgare il Piano approvato dalla Direzione e formulare indicazioni generali
  • coordinare il Gruppo dei Referenti tecnici, ed amministrativi, delle Macroarticolazioni
  • gestire direttamente tutti i momenti formativi strategici trasversali, quelli organizzati dagli Uffici e Servizi in Staff alla Direzione, nonché quelli gestiti in collaborazione con la Regione, la Provincia ed altri Enti
  • supportare i Referenti tecnici della Formazione e quelli amministrativi, presenti in ogni Macroarticolazione, per l’attivazione, la gestione e la liquidazione dei propri corsi nonché per una stretta collaborazione e scambio di informazioni utili al monitoraggio e alla verifica degli eventi formativi
  • garantire, in collaborazione con i Referenti delle Macroarticolazioni, un monitoraggio

completo di tutte le iniziative previste dal Piano e il rilascio degli attestati di partecipazione

  • tenere monitorata anche l’effettuazione di iniziative formative extra Piano
  • registrare e relazionare sui costi complessivi annuali
  • adottare strumenti di controllo e verifica dei risultati sui processi formativi
  • attivare, coordinare e gestire direttamente corsi di prima formazione (es. OSS)

garantire la formazione in materia di sicurezza sul lavoro in collaborazione con il SPP e Medico   Competente.

  • garantire scelte appropriate nello svolgimento della funzione didattica
  • coordinare momenti formativi in base alle indicazioni nazionali e regionali in merito all’ECM (Educazione Continua Medica).
  • coordinare il Gruppo dei Referenti tecnici della formazione che rappresentano la propria Macroarticolazione.
  • provvedere agli adempimenti amministrativi inerenti i momenti formativi trasversali e per quelli relativi agli uffici/servizi in Staff alla Direzione Strategica.

 

 

PIANO FORMATIVO AZIENDALE

Le Aziende, allo scopo di migliorare le competenze e le abilità cliniche, tecniche e manageriali del personale dipendente e convenzionato, predispone annualmente un Piano Formativo Aziendale (P.F.A.) in collaborazione con le strutture Dipartimentali. Il P.F.A. ha valenza annuale e prevede:

  • un budget stabilito secondo la normativa vigente;
  • gli obiettivi formativi specifici annuali e pluriennali derivanti dall'analisi dei bisogni;
  • il progetto aziendale della formazione;
  • pari opportunità di sviluppo per tutto il personale;
  • il raccordo delle attività formative con lo sviluppo delle risorse.

Limitatamente al personale medico convenzionato i piani formativi saranno elaborati nel rispetto delle linee guida regionali in attuazione degli AA.CC.NN. dei medici di Medicina Generale, Pediatria di Libera scelta e specialisti ambulatoriali interni, veterinari ed altre professionalità (biologi, chimici, psicologi).

Salvo esigenze particolari e contingenti, i progetti devono essere presentati secondo la tempistica comunicata ogni anno dall'Ufficio Formazione e Aggiornamento al fine di poter elaborare il piano formativo per l'anno successivo .

L'elaborazione e la stesura del P.F.A. avviene secondo procedure ben definite e rappresenta un processo dinamico

  • analisi dei fabbisogni formativi
  • presentazione progetti
  • elaborazione e deliberazione del P.F.A.
  • attuazione ed erogazione delle attività formative
  • valutazione dell'efficienza/efficacia della formazione

 

La rilevazione e l'analisi dei fabbisogni formativi

Sono effettuati dall'Ufficio Formazione e Aggiornamento con periodicità annuale.

L'analisi dei bisogni formativi costituisce momento essenziale per la predisposizione del piano di formazione e per l'individuazione delle priorità nelle attività didattiche. Essa viene svolta direttamente dalla Direzione strategica per gli aspetti d'interesse generale e per lo sviluppo, tenendo anche conto delle direttive nazionali e regionali in materia, dei temi manageriali di sistema; una successiva quota si rileva attraverso interviste, incontri, riunioni, colloqui e/o proposte scritte con:

  • i Direttori dei Dipartimenti ed i Direttori di Distretto, che a loro volta dovranno farsi carico di consultare preventivamente i responsabili delle unità operative o strutture amministrative semplici e complesse che fanno capo al Dipartimento stesso, i titolari di posizioni organizzative e di coordinamento e capisala.
  • i Responsabili di UU.OO., sia sanitarie che amministrative che tecniche, non incardinate in un Dipartimento e i Direttori dei Presidi Ospedalieri

Dall' analisi dei dati raccolti vengono individuate e negoziate le linee principali di intervento e viene formulato lo specifico piano di attività.

Sono fatte salve le iniziative da intraprendere in virtù di obiettivi di formazione dettati dalla Regione e dall'Agenzia Sanitaria Regionale ed in virtù di rapporti istituzionali con altre aziende sanitarie, enti pubblici, ordini e collegi professionali.

La presentazione  dei progetti

La presentazione dei progetti avviene  su griglie di progettazione appositamente predisposte, contenenti le seguenti informazioni principali. tipologia dell'evento {corso/congresso/formazione sul campo/FAD}, titolo della proposta formativa, committente, periodo di svolgimento, finalità dell'evento formativo, numero di edizioni previste,destinatari {numero dei destinatari suddiviso per professione}, descrizione dell'obiettivo {nazionale/regionale/aziendale} - metodi didattici, strumenti di valutazione dei risultati e indicatori, costi ed eventuali sponsorizzazioni.

Il responsabile dell'Ufficio Formazione e Aggiornamento insieme alle Commissioni preposte e in base al budget assegnato:

  • procede alla valutazione delle proposte formative, complete di tutte le informazioni e presentate in tempo utile, tenendo conto dei risultati emersi dall'elaborazione della rilevazione dei fabbisogni formativi della congruità con gli obiettivi e gli interessi generali dell'Azienda e della Regione, della reciproca conciliabilità e complementarietà eliminando ripetizioni e duplicazioni;
  • propone la priorità degli interventi formativi;
  • predispone il P.F.A. e lo invia alla Direzione Generale.
  • Richiesta proposte formative ai vari dipartimenti per la pianificazione delle attività dell’anno formativo successivo, raccolta e valutazione da parte di commissione appositamente istituita e comunicazione ai rispettivi responsabili scientifici degli esiti sortiti;
  • Deliberazione del Piano Formativo;
  • Inserimento del Piano Formativo sul sito AGENAS
  • Raccolta del materiale scientifico atto alla singola registrazione ed all’inserimento del corso sul sito AGENAS;
  • Inserimento sul portale ECM;
  • Iscrizione da parte dei discenti interessati al corso prescelto;
  • Svolgimento dei corsi del Piano Formativo;
  • Per ogni corso portato a termine pagamento della quota ministeriale;
  • Chiusura corso con report finale e rilascio degli attestati con crediti ECM;
  • Eventuale liquidazione delle spese tramite deliberazione

 

  1. CORSI DI FORMAZIONE ESTERNA:

 

I corsi di formazione facoltativi, anche esterni all’Azienda, possono essere richiesti con il contributo delle spese di partecipazione.

  • Individuazione del corso da parte del personale interessato;
  • Compilazione del modulo previsto con indicazione del costo del corso e delle eventuali spese accessorie opportunamente autorizzato dal direttore della U.O. di appartenenza e del direttore di Dipartimento cui la U.O. afferisce;
  • Determinazione delle spese residue del dipartimento del richiedente ed approvazione del Direttore Amm.vo aziendale, per quanto riguarda i corsi di pertinenza del personale amministrativo e tecnico, approvazione da parte del Direttore Sanitario Aziendale per quanto riguarda i corsi di pertinenza del personale sanitario e veterinario. Le autorizzazioni descritte sono necessarie sia per  il personale dirigente che del comparto;
  • A fine corso il personale preventivamente autorizzato può chiedere il rimborso delle spese autorizzate previa consegna dell’attestato di partecipazione e delle ricevute dei costi sostenuti;
  • Anche i corsi di formazione facoltativa sono inseriti sull’apposito portale in dotazione all’Azienda;
  • Deliberazione di rimborso delle spese autorizzate e documentate.

 

  1. CORSI PER OPERATORE SOCIO-SANITARIO:

 

I corsi di formazione per OSS e OSS-FC vengono svolti sulla scorta delle decisioni della Giunta Regionale che, per ogni anno formativo, con apposita deliberazione, stabilisce il numero di operatori da formare, sia per quanto riguarda il corso di base sia per quello con formazione complementare, ripartendoli tra le ASL regionali;

  • Acquisita la deliberazione regionale, il Servizio Formazione provvede, dopo deliberazione del Direttore Generale e tramite apposito avviso pubblico, alla pubblicazione del bando di concorso, per soli titoli, sul B.U.R.A e successivamente sul sito aziendale, per l’accesso alla frequenza dei corsi.
  • Conseguentemente, sempre con deliberazione del Direttore Generale, pubblica idoneo bando interno per il reperimento delle professionalità atte all’insegnamento dei corsi di cui trattasi;
  • Una commissione all’uopo nominata, vaglierà tutte le domande inviate in tempo utile e correttamente redatte per poi deliberare l’elenco con i nominativi dei vincitori del bando;
  • Non sempre i vincitori dell’avviso concorsuale accettano di partecipare al corso, per cui si rende necessario uno o più scorrimenti di graduatoria, secondo le norme vigenti, sino al raggiungimento effettivo del numero di partecipanti imposto dalla Regione Abruzzo, gli eventuali scorrimenti saranno pubblici tramite pubblicazione sul sito internet Aziendale;
  • Alla fine di ogni anno formativo, i discenti in regola con le frequenze didattiche, lezioni teoriche e tirocinio pratico, saranno sottoposti ad esame finale con una commissione composta da funzionari regionali nominati dalla Regione Abruzzo, dal direttore e docenti del corso stesso ed un segretario verbalizzante. Gli esiti saranno pubblicati sul sito aziendale e successivamente saranno rilasciati gli attestati.
  • Al termine sarà stilata apposita deliberazione a saldo delle spese sostenute dalla commissione esaminatrice.
  • Il pagamento dei docenti ai corsi OSS e OSS-FC sarà deliberato trimestralmente compatibilmente con le esigenze del Servizio.

 

  1. CONVENZIONI:

 

Il Servizio provvede anche all’attivazione delle convenzioni stipulate dall’Azienda con le Università e le Scuole di Specializzazione di Psicologia per i tirocini nelle strutture ASL.

 

  • Si provvede alla disamina delle istanze di convenzione da parte delle Università e le Scuole di Specializzazione prendendo visione delle proposte di convenzione, apportando le necessarie modifiche e reinviandole all’Ente proponente, in ogni convenzione sarà indicato il numero massimo di allievi, per ente, e la durata della convenzione stessa che non sarà in nessun modo onerosa per l’Azienda ASL;
  • Successivamente ogni allievo interessato farà pervenire al Servizio Formazione il progetto formativo di tirocinio debitamente firmato e timbrato dal tutor e dal capo dipartimento della struttura ospitante, ed una volta acquisita la disponibilità dell’azienda ad effettuare detto progetto verrà comunicata l’autorizzazione alla frequenza ai soggetti interessati;
  • Al termine del progetto formativo, l’allievo presenterà una relazione finale delle attività svolte ed il libretto di tirocinio.

 

  1. CORSI DI AGGIORNAMENTO SPONSORIZZATI:

 

Il Servizio provvede al monitoraggio degli inviti sponsorizzati dalle ditte e delle case farmaceutiche fornitrici a giornate di studio e congressi nazionali ed internazionali e successivi contatti con le stesse.

  • Gli inviti degli sponsor, arrivati nella sede ASL, possono essere nominativi o generici e comunque rivolti ai professionisti delle varie branche, non solo mediche, insistenti in azienda. Il Servizio provvede all’informativa alle UU.OO. di competenza che dovranno darne approvazione  fornendo le dovute autorizzazioni del responsabile della U.O. e del direttore di dipartimento.

Questi corsi sono interamente a carico dello sponsor.

 

 

Chi contattare

Personale da contattare: GIORGI ELIDE
Conclusione tramite silenzio assenso: no
Conclusione tramite dichiarazione dell'interessato: no

Servizio online

Facebook Twitter Linkedin
- Inizio della pagina -
Recapiti e contatti
Via Saragat, località Campo di Pile - - 67100 L'Aquila (AQ)
PEC protocollogenerale@pec.asl1abruzzo.it
Centralino 08623681
P. IVA 01792410662
Linee guida di design per i servizi web della PA
Il progetto Portale della trasparenza è sviluppato da ISWEB S.p.A. www.isweb.it