Portale Trasparenza ASL 1 Abruzzo - Ospedale di Comunità - Pescina

Il portale della Trasparenza conforme al D.Lgs. 33/2013 - "Amministrazione Trasparente"

Articolazione degli uffici

Ospedale di Comunità - Pescina

Responsabile: TACCONELLA DONATO
Struttura organizzativa di appartenenza: U.O.S.D. CURE INTERMEDIE AREA MARSICA

L’Ospedale di Comunità si pone ad un livello intermedio tra il Presidio Ospedaliero per acuti e le alternative a questo - rappresentate dai Servizi delle Cure Domiciliari e dalle Residenze Sanitarie Assistenziali (R.S.A.).

Rappresenta un’alternativa economicamente vantaggiosa rispetto al frequente ricorso ai ricoveri ospedalieri impropri e/o ripetuti ed è utile per permettere la deospedalizzazione precoce, è da considerare come una necessità socio-sanitaria territoriale per la gestione delle patologie cronico-degenerative momentaneamente scompensate o riacutizzate, che necessitano di monitoraggio e dell’esecuzione di procedure clinico-assistenziali a medio-bassa medicalizzazione.

Nell’Ospedale di Comunità sono ammissibili i pazienti che non presentano stati critici della loro salute - quindi che non necessitano di ricovero ordinario - ma che non possono essere convenientemente gestiti presso il loro domicilio a causa di un insufficiente supporto familiare o ambientale o perché è necessaria un’assistenza infermieristica continuativa.

L’Ospedale di Comunità è nato come un nuovo modello assistenziale delle cure intermedie, alternativo ai presidi ospedalieri per acuti, in rete con le strutture residenziali, semiresidenziali e con l’assistenza socio-sanitaria domiciliare, con la specifica finalità di curare le persone anziane e/o con disabilità e le persone malate da tempo che, per comparsa di bisogni assistenziali più complessi e/o con insufficiente supporto familiare, non possono essere assistiti a domicilio.

La responsabilità clinica del paziente ospite dell’Ospedale di Comunità è del suo Medico di Medicina Generale. L’Unità di Valutazione Multidimensionale, insieme al MMG, valuta l’appropriatezza dell’accesso ed i bisogni dell’assistito e formula il piano di lavoro individuale (P.A.I.).

OBIETTIVI DELL’OSPEDALE DI COMUNITÀ:

  1. Ridurre i ricoveri impropri ed i relativi costi; facilitare le dimissioni ospedaliere per i pazienti in fase post-critica, per  permettere la stabilizzazione del quadro clinico; avviare precocemente i trattamenti riabilitativi del paziente anziano con recenti esiti di ictus o di frattura degli arti inferiori; ridurre le giornate di degenza ordinaria per i pazienti con patologie croniche in fase terminale.
  2. Ridurre il disagio ambientale e la spersonalizzazione indotti dal ricovero ospedaliero prolungato;
  3. Ridurre i rischi da ospedalizzazione e i relativi costi umani e finanziari (infezioni, cadute, incontinenza, sindromi ipocinetiche, piaghe da decubito, ecc.);
  4. Razionalizzare le risorse strutturali e recuperare immobili dismessi o sottoutilizzati;
  5. Garantire maggiore continuità assistenziale attraverso la centralità del MMG e le forme associative della medicina generale;
  6. Sostenere la famiglia  nell’assistenza del paziente  favorendone l’accesso nella struttura;
  7. Valorizzare il MMG nell’ambito delle Cure Primarie  favorendone l’integrazione nel Distretto;
  8. Valorizzare il ruolo infermieristico aumentandone le responsabilità e rivalutandone la professionalità (funzione di case-manager);
  9. Favorire un approccio multidimensionale ai problemi della persona.

REQUISITI, CRITERI GENERALI, MODALITÀ DI AMMISSIONE E DI OSPITALITÀ:

L’ammissione all’Ospedale di Comunità è riservata agli assistiti iscritti negli elenchi dei MMG che hanno aderito alla forma associativa del PTA di Pescina, già in carico al Servizio di Assistenza Sanitaria Domiciliare o che sono in dimissione programmata  da  un ricovero  ospedaliero  e necessitano, prima di essere presi in carico nell’Assistenza Domiciliare, di un migliore inquadramento diagnostico e/o terapeutico e di stabilizzazione delle condizioni cliniche e sociali.

L’Unità di Valutazione Multidimensionale deve effettuare la valutazione del paziente entro 48-72 ore dalla segnalazione e deve redigere un Piano Assistenziale Individuale con gli obiettivi da raggiungere, prevedendo valutazioni intermedie, oltre quella finale.

La responsabilità organizzativa è del Dirigente Medico Responsabile del PTA.

Il coordinamento delle azioni del PAI è demandato all’infermiere coordinatore (case-manager).

ORGANIZZAZIONE:

  • nell'Ospedale di Comunità l’assistenza sanitaria è offerta dal Medico di Medicina Generale, che è il responsabile clinico del paziente, con la collaborazione del Medico di Continuità Assistenziale. I Medici di Medicina Generale garantiscono la loro presenza con accessi programmati, con presenze orarie prestabilite e con accessi su chiamata del personale infermieristico (H12). La Continuità Assistenziale è assicurata, su chiamata, dai Medici del Servizio di Continuità Assistenziale (H24).
  • sono presenti gli Infermieri e gli Operatori Socio Sanitari, che garantiscono assistenza per 24 ore al giorno;
  • le consulenze specialistiche sono garantite dai Medici Ospedalieri del P.O. o dagli specialisti convenzionati;
  • è prevista l’organizzazione integrata con i servizi diagnostici e gli ambulatori del  PTA  e  all’occorrenza con quelli del P.O.;
  • sono assicurati gli interventi dei Terapisti della Riabilitazione;
  • è garantita dalla presenza dell’Assistente Sociale;
  • l’emergenza ed il trasporto per il ricovero in Ospedale per acuti sono garantiti dal Servizio di Emergenza Territoriale 118.
  • I farmaci ed i presidi sanitari sono forniti, a richiesta, dalla Farmacia Ospedaliera del P.O. di Avezzano, ma in casi particolari ci si può servire anche di una Farmacia Territoriale utilizzando il ricettario del S.S.N.
  • Il Medico di Medicina Generale del paziente ha un ruolo centrale perché è responsabile delle scelte assistenziali e terapeutiche per il suo paziente durante la degenza, coordinando tutti gli interventi assistenziali. Inoltre è responsabile della tenuta e dell’aggiornamento della cartella clinica. Viene remunerato con le stesse modalità dell’A.D.I.: infatti gli verranno pagati gli accessi concordati e dichiarati nel piano di lavoro solo se realmente eseguiti; non verranno remunerati gli accessi in urgenza; in qualsiasi momento, se occorre, può richiedere la modifica della frequenza degli accessi programmati per aggravamento delle condizioni del paziente.
  • Il personale di supporto coinvolto è tenuto a fornire la collaborazione necessaria per garantire, nel migliore dei modi, lo svolgimento dei processi assistenziali stabiliti dal M.M.G.
  • Il personale infermieristico deve somministrare la terapia prescritta dal M.M.G.; tenere aggiornata la cartella infermieristica; assistere il paziente al fine di evitare la comparsa di lesioni da decubito o di processi infettivi.
  • L’Operatore Socio Sanitario, insieme al personale infermieristico, deve svolgere assistenza tutelare diurna e notturna, comprendente l’aiuto per alzarsi dal letto e per coricarsi; aiutare il paziente per la fruizione dei servizi igienici, per vestirsi e spogliarsi; assistere il paziente durante la refezione; aiutarlo nella deambulazione ed in tutte le attività della vita quotidiana.
  • Il terapista della riabilitazione deve erogare la terapia riabilitativa; tenere aggiornata la cartella della riabilitazione; aiutare il paziente nella deambulazione e nel percorso riabilitativo.

DIMISSIONE DALL’OSPEDALE DI COMUNITÀ:

La durata massima della degenza non può superare i 40 giorni (con una media di 15-20 giorni). Nel caso occorra un periodo di degenza più lungo si dovrà pensare al trasferimento del paziente in una R.S.A.

Al termine del periodo di degenza si può eventualmente considerare il ricorso ad una delle forme di assistenza domiciliare.

Il pagamento della degenza è a totale carico della A.S.L.

Contatti

Telefono: 0863 499282; 0863 899882
Fax: 0863 899226
Indirizzo: Via Serafino Rinaldi, Pescina, Provincia dell'Aquila, 67057, Abruzzo, Italia

Personale da contattare

PARISSE ASSUNTA, FRANCHI ANNA MARIA

Come raggiungerci

Apri indirizzo su Google Maps
Contenuto inserito il 24-11-2018 aggiornato al 24-11-2018
Facebook Twitter Google Plus Linkedin
- Inizio della pagina -
Recapiti e contatti
Via Saragat, localitÓ Campo di Pile - - 67100 L'Aquila (AQ)
PEC protocollogenerale@pec.asl1abruzzo.it
Centralino 08623681
P. IVA 01792410662
Linee guida di design per i servizi web della PA
Il progetto Portale della trasparenza Ŕ sviluppato da ISWEB S.p.A. www.isweb.it